domenica 8 aprile 2007

La tv che vale

Ovvero narcisisticamente i programmi che guardo io!
  • Programmi che aprono gli occhi al mondo (suona un po' pomposo, vero?):
Passepartout, condotto da Philippe Daverio (sul sito si tovano i filmati delle puntate precedenti), ci parla di arte in modo colto e intelligente, con un tocco di ironia (arte in senso ampio: architettura, design, pittura, scultura...). Domenica alle 13,20 su RaiTre.

Report, condotto da Milena Gabanelli, una dei pochi esempi di giornalismo d'inchiesta seri, in Italia. Credevo fosse noioso e invece... Domenica su RaiTre, alle 21,00.

Blue Notte condotto da Carlo Lucarelli, che parla di gialli e misteri d'Italia con piglio avvincente ("non lo sapeva, ma in quel momento era già morto!"). Il martedì alle 23,45, su RaiTre.

Mediterraneo, su RaiTre il sabato alle 13,20: servizi sui paesi che si affacciano sul Mare Nostrum, uno sguardo con un baricentro diverso a paesi a noi vicini.
  • Cinema:
In genere sono un gran consumatore di film, ma qui è difficile indicare serie o orari. A volte su Fuori Orario su RaiTre si trovano dei film davvero rari, a orari decisamente "fuori".

  • Intrattenimento:
Format satirici e di intrattenimento: in questo periodo c'è poco, forse solo Parla con me con Serena Dandini e Paolo Vergassola su RaiTre, Markette su La7 condotto da Piero Chiambretti, Mai dire martedì con la Gialappa su Italia 1, qualcosa di Che tempo che fa condotto da Fabio Fazio con Luciana Litizzetto e Paolo Rossi sempre su RaiTre, Le Iene su Italia 1. Se c'è altro me lo sto perdendo: accetto consigli, programmi divertenti e rilassanti sono sempre un piccolo tesoro (non troppo scemi).

Poi come trasmissione di sole interviste mi capita di guardare Le invasioni barbariche di Daria Bignardi, su La7.

Serie televisive: disdegno il genere, ma mi rilassa decisamente vedere Scrubs su MTV. Mi è piaciuto Dottor House su Italia 1.

Purtroppo non riesco a seguire I Simpsons, su Italia 1, uno dei pochissimi cartoni animati anche per adulti...

Sport: pochissimo, per me guardare lo sport è un'attività prevalentemente sociale, di solito da solo dopo un po' mi addormento, preferisco praticarlo... comunque ho apprezzato di recente il rugby su La7. In genere le poche volte che le fanno vedere in tivvù, mi piacciono le discipline artistiche, come il pattinaggio sul ghiaccio o cose strane come gli anelli (quando c'era Juri Keki).
Dal vivo ho trovato molto divertente l'hockey su ghiaccio (visto alle Olimpiadi Invernali a Torino). Il calcio? Quasi solo la nazionale..
  • Informazione (o disinformazione!):
Telegiornali: un po' tutti quelli che capitano, ma quelli che ritengo più professionali sono quello de La7 e il Tg2 (il Tg5 lo guardavo quando c'era Enrico Mentana), oltre ai Tg Regionali su RaiTre. Mal che vada si guarda RaiNews24.
Altre rubriche d'informazione: a volte Otto e mezzo, ma almeno metà delle volte Giuliano Ferrara prende una piega insopportabile e diventa inguardabile.
Una volta ogni tanto consiglio di prendersi una settimana di astensione da qualsiasi fonte d'informazione sul mondo (a proprio rischio e pericolo!), per disintossicarsi e riguadagnarsi una prospettiva normale..
Per l'informazione scientifica Tg Leonardo, e poi quello che capita, dipende dagli argomenti: ad es. Passaggio a Nord-Ovest.

Posta un commento