giovedì 15 marzo 2007

Loveless, un ritorno a casa senza amore

Loveless - Che razza di ritorno a casa, di B.Azzarello e M.Frusin, Planeta DeAgostini, 9,95 euro
In questo volume, che raccoglie i numeri 1-5 di una nuova (mini?) serie edita negli USA dalla linea Vertigo della DC Comics, inizia la storia di due giovani sposi e amanti, lui reduce dalla guerra civile americana, lei reduce dalle violenze subite, e che sembrano intenzionati a tornare a casa e vendicarsi di tutti.

Ma le cose non sono del tutto chiare, e se i colpevoli sono sicuramente tra i nordisti, il mondo corrotto di Azzarello non esclude affatto i "compatrioti" sudisti del duo. Se i protagonisti sembrano avere le idee (relativamente) chiare sul chi colpire, l'autore gestisce con esperienza le rivelazioni al lettore, non lesinando una certa dose di violenza per mantenere alta la tensione.
(Si tratta comunque di una violenza efficace, non superflua, né superiore a quella che si può trovare in un film di Sergio Leone)

Brian Azzarello dimostra, e non ce n'era bisogno dopo le prove di Hellblazer e 100 Bullets, di essere uno scrittore maturo, e gli si perdonano alcuni piccoli eccessi.
Marcelo Frusin tiene il passo e riesce a coinvolgere, con i ritratti degli uomini e donne protagonisti, riuscendo a mantenere un disegno fresco e moderno senza snaturare una certa atmosfera d'epoca.

Unica nota negativa: la carta, e i colori probabilmente, puzzano! (e non poco, l'esperienza di lettura diventa sgradevole: non è che sniffare il fumetto dia dipendenza?)
Posta un commento