venerdì 19 gennaio 2007

Sicurezza la mia unica (in)certezza

Ultimamente, a seguito del furto del portatile e di qualche virus che mi ha infestato il pc, sono stato ulteriormente sensibilizzato nei riguardi della sicurezza.
Ecco un piccolo (e sempre in via di aggiornamento) vademecum per la sicurezza (non in ordine di importanza):

Regola numero 1:

Creare e usare account utente diversi a seconda di cosa si vuole fare. Per l'utente medio 2 possono bastare: uno con i poteri di amministratore, da usare solo se estrememamente necessario (alcune istallazioni di programmi, alcuni aggiornamenti di sistema), uno con privilegi limitati, da usare per le operazioni quotidiane.
Volendo, se ne può creare uno per la navigazione con il profilo più limitato dell'ospite (Guest). Con Windows XP Home si può usare AccountView, che permette di gestirli con maggiore duttilità di quanto il sistema non offra (alcune scelte della Microsoft mi restano del tutto incomprensibili: dovrebbero favorire l'utilizzo di opzioni che aumentano la sicurezza del sistema!).
Questo programma non è proprio da novizi, l'ho testato e non ho avuto problemi, comunque raccomando prudenza nell'uso.

Una volta che si utilizza un utente con privilegi limitati, se necessario si può eseguire programmi come se si fosse un altro utente, lanciandolo da Start > Esegui e digitando:
runas nomeutente nomeprogramma.exe
(per vedere le opzioni scrivere da dos runas /?)

In alternativa, si può usare un programma che crea un pc virtuale, come VMWare Player, gratuito, con un sistema operativo adeguato, e usarlo per navigare su internet o provare programmi di cui si dubita.
Anche questa soluzione non è da principianti, e la spiegazione delle impostazioni esula da questo breve articolo..

Posta un commento