giovedì 13 marzo 2014

Fantasmi semantici

Esistono quelli che io chiamo fantasmi semantici: un oggetto di pensiero genera, o porta con sé una nuvola semantica di altre figure, che tendono per nostra natura a impossessarsi del corpo della realtà, imprimendo la lora chiave di lettura.
Uno scontro o un battibecco richiamano il fantasma del vincitore e del vinto, una tensione tra due soggetti attira le loro argomentazioni verso ideologie contrapposte, anche quando vi può essere una sostanziale somiglianza tra queste.
Prendiamo la tensione in seguito alle vicende della Crimea: se Putin sceglierà una posizione netta, imponendo la sua presenza "scenica", dalla vicenda il pubblico si aspetterà dei vincitori e dei vinti, non l'evoluzione di vicende lontane.

Posta un commento