giovedì 20 novembre 2008

Lui è leggenda, Rat-Man ora e per sempre!

Si conclude l'esalogia inizata dal nostro Leo col numero 64, "Io sono leggenda". Un numero così atteso che l'autore (che non ce la faceva più :-D ) non ha potuto mantenere il suo solito formato, ma l'ha portato a consegnarci una storia di ben 72 pagine.

Quel che colpisce di Rat-Man è che le sue storie non sono solo divertenti parodie di supereroi, o la riproprosta delle avventure in braghette di un supereroe fantozziano, ma riescono anche a celebrare il mito di un sfigato più sfigato di noi (e che quindi si può deliberatamente deridere), a farci partecipare empaticamente alle sue miserie e ad esultare alle sue vittorie, vittorie che restano quelle di uno sconfitto. Insomma, Rat-Man è un grande.

Questa storia, in particolare, conclude un ciclo divertente ed genuinamente epico. Se gli si può muovere un appunto, è forse proprio nell'eccessiva lunghezza: si dovevano raccogliere i fili del racconto e chiudere con un accenno a tutti i personaggi, buttare lì una traccia per evoluzioni future, ma il magico equilibrio tra narrazione e puro divertimento a volte si perde. Niente di grave, ci sono momenti davvero esilaranti, e attimi di autentico pathos che fanno perdonare tutto assai volentieri!

Kiii! Kiiii!

Rat-Man Collection 69 "E ora... Rat-Man!", di Leo Ortolani, ed. Panini, € 2,50
Posta un commento